Olanda fioritura dei tulipani

La primavera è alle porte e la natura è pronta a dipingere i paesaggi di nuovi colori. Una stagione che in Olanda, nota come "il più grande negozio di fiori del mondo", è accolta ogni anno come un evento. Da fine marzo a fine maggio, infatti, la fioritura dei bulbi colora i campi, vasti e pianeggianti, di tonalità calde e accese. Dal rosso al blu, dall'arancio al rosa, un tripudio di colori che cambia il volto e la luce dell'intero Paese, seguendo il ritmo naturale delle fioriture. I primi fiori a sbocciare sono i crocus a cui seguono, da fine marzo a fine maggio, narcisi, giacinti e, soprattutto, tulipani, fiore simbolo del Paese.
Paesaggi spettacolari da ammirare, lentamente, girovagando in bicicletta tra le stradine di campagna o a bordo di un battello lungo i canali. Ma la vera festa è l'annuale riapertura del Keukenhof, uno dei parchi botanici più celebri del mondo che, in questa stagione, dà il meglio di sé tra i colori e i profumi di oltre sette milioni di fiori da bulbo.
Situato a Lisse, a 35 chilometri da Amsterdam, è uno dei parchi botanici più belli del mondo. Un'area di 32 ettari in cui sono coltivati, rigorosamente a mano, oltre sette milioni tra tulipani, narcisi, giacinti. Il parco di Keukenhof apre solo per due mesi all'anno, in occasione della fioritura dei bulbi a primavera. Dal 20 marzo al 18 maggio, sarà possibile ammirare i colori di oltre 100 specie di tulipani che, insieme ad altri fiori da bulbo e piante, creano spettacolari composizioni floreali attorno a sculture, fontane, canali, mulini a vento e al lago. Ogni anno, il parco sceglie un tema per le sue composizioni. Il 2014 è l'anno dell'Olanda, per il quale saranno rappresentate le principali icone nazionali, classiche e moderne.
La composizione più importante sarà un mosaico di 22x13 metri realizzato con 60mila fra tulipani e muscari (fiori da bulbo di colore blu) raffigurante i canali di Amsterdam e un tulipano della grandezza di una casa, a simboleggiare l'importanza di questo fiore durante il Secolo d'Oro olandese.

Importati dalla Turchia alla fine del XVI secolo, infatti, i tulipani (il cui nome deriva da tullband, cioè turbante) si diffusero ben presto come merce di lusso, non solo ornamentale ma anche per il loro valore gastronomico, tanto che l'Olanda divenne il maggiore produttore in Europa.
Pur essendo aperto solo per 8 settimane, il Keukenhof è visitato ogni anno da 800.000 visitatori. Il parco si può percorrere a piedi, in bicicletta oppure in battello lungo i canali che lo attraversano e lo costeggiano. E, da oltre 60 anni, è il punto di riferimento per appassionati ed esperti. Era, infatti, il 1949 quando il sindaco di allora decise di organizzare un'esposizione floreale per i produttori locali. Ma il successo dell'iniziativa fu tale da renderlo un appuntamento fisso. La scelta del luogo, invece, fu meno casuale. Fin dal XV secolo, infatti, queste terre erano area di caccia degli abitanti del castello di Teylingen, di proprietà della contessa Jacoba van Bereiene che qui coltivava erbe aromatiche per la cucina della tenuta. Un passato a cui il parco deve oggi il suo nome, che significa, appunto, orto della cucina. Una vocazione botanica che, per fortuna, non si è perduta nel tempo.

Il modo migliore per ammirare gli spettacolari paesaggi colorati è girovagare per i campi in bicicletta.

Per chi ama viaggiare in gruppo senza pensieri  qui trovate la nostra proposta di viaggio in pullman

http://www.laboutiquedelviaggio.com/index.php?op=prodotti&id=115